Facebook Demo – Customizer

Riparazione Computer Parma

1 giorno 21 ore fa

Riparazione Computer Parma

1 giorno 21 ore fa

Riparazione Computer Parma

1 giorno 21 ore fa

Riparazione Computer Parma

1 giorno 21 ore fa

Riparazione Computer Parma

2 giorni 17 ore fa

Google si dedica alla musica, inseguendo Shazam. Al pari dell’applicazione di proprietà di Apple, ora il motore di ricerca della concorrente di Mountain View è in grado di capire quale sia la canzone a partire da frammenti di melodia, canticchiati, mormorati o fischiettati dall’utente. Con l’ultimo aggiornamento di Google Search e della realtiva app mobile, infatti, debutta una funzionalità di ricerca di brani musicali che potrà aiutarci a trovare la canzone che abbiamo in testa e di cui non sappiamo il titolo né l’autore.
www.ictbusiness.it/cont/news/se-hai-una-canzone-in-testa-google-search-ti-dice-qual-e/44787/1.html#.X5FI4NAzaUk

Riparazione Computer Parma

2 giorni 18 ore fa

Per colpa della sua “bellezza”, la bellezza grafica di un browser che visualizza molti font, Chrome ha rischiato grosso. Il programma di navigazione Internet di Google si è rivelato vulnerabile ad attacchi per via di un bug di corruzione della memoria relativo a FreeType, una libreria software gratuita utilizzata da Chrome per la resa grafica dei testi nelle pagine Web. Segnalato da Sergei Glazunov, un ingegnere software di Google Project Zero, il problema è identificato dalla sigla CVE-2020-15999.
www.ictbusiness.it/cont/news/chrome-esposto-ad-attacchi-per-colpa-di-freetype/44805/1.html#.X5E8ANAzaUk

Riparazione Computer Parma

2 giorni 18 ore fa

Innovazione, dal dire al fare”, ovvero le aziende italiane devono adottare velocemente approcci di open innovation più ambiziosi con una visione meno locale e più internazionale. Questo il messaggio principale contenuto nel nuovo report Open Innovation Outlook Italy 2021 realizzato da Mind the Bridge con il supporto di Smau e presentato oggi durante la cerimonia di apertura di Smau Milano 2020 in programma il 20 e 21 ottobre al Mico, FieraMilanoCity.
www.ictbusiness.it/cont/news/parte-smau-milano-2020-e-la-parola-d-ordine-e-open-innovation/44799/1.html#.X5E7s9AzaUk

Riparazione Computer Parma

3 giorni 13 ore fa

I codici QR stanno aumentando di popolarità e utilizzo. Secondo una ricerca di MobileIron, il 64% degli intervistati ha dichiarato che i codici QR rendono la vita più facile ma, la maggior parte di loro, non possiede device protetti dalle minacce. Il 51% addirittura dichiara di non avere (o di non sapere se è installato) un software di sicurezza sui propri dispositivi.

Durante la pandemia Covid-19 i dispositivi mobile sono diventati ancora più importanti e radicati nella vita di tutti, quasi la metà (47%) degli intervistati ha dichiarato un incremento dell'uso dei codici QR.

Attualmente i dipendenti utilizzano maggiormente i device mobile - in molti casi, i propri (non sicuri) - per connettersi con gli altri, interagire con una varietà di applicazioni e servizi in cloud e rimanere produttivi mentre lavorano in luoghi diversi dall'azienda. Gli utenti stanno infatti utilizzando i loro dispositivi mobile anche per scansionare i codici QR al di fuori del lavoro, mettendo a rischio se stessi e le risorse aziendali.

Leggi l'articolo originale su ZEUS News - www.zeusnews.it/n.php?c=28330
www.zeusnews.it/n.php?c=28330

Riparazione Computer Parma

3 giorni 13 ore fa

È passata appena una settimana dal rilascio dell'aggiornamento cumulativo di ottobre KB4579311 per Windows 10, pubblicato lo scorso 13 ottobre, e i problemi non si sono fatti attendere.

In molti casi, naturalmente, l'aggiornamento si installa e tutto fila liscio ma, quando le cose decidono di andare male, le conseguenze possono essere serie per il buon funzionamento del Pc.

Da subito, infatti, sono apparse segnalazioni che parlano di difficoltà nell'installazione dell'aggiornamento stesso, di crash, di cali nelle prestazioni e di guai in fase di avvio.

Leggi l'articolo originale su ZEUS News - www.zeusnews.it/n.php?c=28416
www.zeusnews.it/n.php?c=28416

Riparazione Computer Parma

3 giorni 13 ore fa

Un bot “spoglia” le foto su Telegram: quasi 700mila donne colpite
Migliaia di immagini manipolate e deepfake sono scambiate sulle chat di revenge porn di Telegram. Accade con foto non solo di star ma anche di persone comuni
Revenge porn laws
(foto: PA Images via Getty Images)
Quasi 700mila donne sono diventate le vittime inconsapevoli di una tecnologia deepfake adottata attraverso la piattaforma Telegram. Un gruppo di ricercatori ha individuato quello che è stato ribattezzato come “ecosistema deepfake” in grado di generare nudi falsi su richiesta tramite dei bot.
www.wired.it/internet/web/2020/10/21/telegram-bot-foto-donne-nude/


This is a Facebook demo page created by plugin automatically. Please do not delete to make the plugin work properly.

 
Supporto